Senza categoria

0

I DUE GRANDI PRONTI A FIRMARSI “VENETO” O “VENEZIANO”

Parlo di due grandi artisti, uno era Giovanbattista Piranesi (1720-1778) che si firmava “architectus venetus” o “venetus architectus“. Come del resto fa Canova di Possagno (Tv) che si firma Canova di Venezia per un desiderio di appartenenza, che nel 21° secolo...

0

IL CULTO DI SAN MARCO SUGGELLA L’UNITA’ DEI “VENETI”

Il culto di San Marco tra i veneti precede di molti secoli l’unificazione politica della terraferma, questa ne fu il suggello finale e Venezia ‘dismise’ San Todaro, come protettore, per inginocchiarsi, come è testimoniato dal meraviglioso bassorilievo della Porta della...

0

TUTTI CASA E CAPANNONE? IN VENETO GIA’ NEL MEDIOEVO. LE ORIGINI.

Questo brano mi ha colpito non poco. Scritto da uno storico di grande  livello, in pratica sembra parlare di uno scenario a noi familiare perché simile al tessuto produttivo presente nel nord est  dagli anni Sessanta fino ai nostri giorni....

0

CERAMICHE VENETE E SIMBOLI PALEOVENETI. L’ALFA E L’OMEGA.

Antonella Todesco Non sembrerebbe vero che la trattazione di figure e segni misteriosi potesse avere un grande interesse per la storia dell’ antica ceramica; eppure è così. Il ceramista veneto continua nei secoli la tradizione di mescolare il sacro al...

0

IL RINATO LEON DI TRAU’, DI MONITO ALLA STOLTEZZA DEGLI UOMINI

E’ dal 1932 che manca il povero Leone di Traù con quella scritta particolare che ammoniva gli empi che non rispettavano la Legge di Dio. Oggi si dibatte timidamente in zona, se ricollocarlo, ma pare che ancora i tempi non...

0

I “QUATRO” MORI, CUSTODI DEL TESORO DI SAN MARCO.. O LADRONI?

In piazza San Marco, sul fianco meridionale della Basilica, posto alla base di quella che fu la torre d’angolo dell’antico castello Ducale, si trova collocato il rilievo scultoreo che raffigura quattro Tetrarchi, scultura egizio-siriaca in granito rosso imperiale del IV...

2

LA LUNGHISSIMA STORIA DEL ROSSO VENEZIANO.

Ma anche sui cavalli di san Marco, I Veneti e l’azzurro. L’amica Tania Venturelli mi chiedeva tempo fa del perché si fosse passati dal colore azzurro del fondo al color rosso amaranto (porpora, in realtà) dei gonfaloni marciani. Poi passato...

0

L’ALZABANDIERA A CASA DI DON FLORIANO

Quello che abbiamo vissuto ieri, 12 luglio, a Coi o, meglio, nel Baliato dai Coi (essendo comunità formata da due piccoli villaggi, Coi e Col, e Coi è solo il maggiore) è difficile, anzi impossibile da esprimere. Si è trattato...

0

LA BIBLIOTECA DI VILLA CONTARINI,CHE DIVENNE MINIERA D’ORO DEI LADRI

Di quello che racconto sono stato testimone oculare: parlo del degrado indicibile in cui era caduta la villa Contarini, una delle piccole Versailles veneziane in terraferma, dopo la morte di chi l’aveva riportata agli antichi splendori. Negli anni Sessanta del...

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com