Agricoltura

0

LA CORNACCHIA, UN LUPO E LA DEA REITIA, CHE CI FANNO ASSIEME?

In una necropoli a Montebelluna, è stato rinvenuto un meraviglioso disco in bronzo, che serviva da coperchio, in genere, per le situle (secchie, vuol dire in latino), i vasi sacri che facevano parte del corredo funebre di personaggi illustri paleo veneti. Mostra...

0

LA PELLAGRA? GRAZIE ITALIA!

LETTERA DI EDOARDO RUBINI (controfirmata da me, ma il merito è suo ) AL GAZZETTINO, TRE ANNI FA,  dopo che un “professore” italiano, veneto PER MODO DI DIRE, evidentemente afflitto dalla sindrome di Stoccolma (che porta ad amare i propri...

0

ALVISOPOLI: L’ ILLUMINATA UTOPIA URBANISTICA DI ALVISE MOCENIGO.

Sul finire del Settecento, a ridosso del piccolo centro rurale di Fossalta di Portogruaro, sottile cerniera tra la provincia di Venezia e la friulana Pordenone, un uomo, figlio del migliore Illuminismo, ebbe la rara possibilità di vivere la sua utopia...

0

LO STRANO STATO VENETO NATO CON LE DEDIZIONI

Dopo la guerra di Cambrai con il congresso di Bologna del 1530 la Repubblica veneta riottiene il suo stato da tera fino all’Adda. ‘ un capolavoro politico.  Di fatto, il dominio  di Terraferma, assume la sua forma iniziale attraverso le “dedizioni”, che...

1

ANCHE MONTANELLI NON CAPIVA I VENETI E VENEZIA

Ho letto per intero l’interessante risposta del grande Indro Montanelli a Ettore Beggiato, pubblicata nell’ormai lontano 1996. Siamo con lui, noi Veneti, quando spiega “la diversità” veneziana rispetto al resto dell’Italia: “una civiltà non italiana, quale la Serenissima mai fu...

0

VENETI E VENEZIA, DUE ESTRANEI? ILLUMINIAMO L’IGNORANZA.

TUONAVA IN TWITTER il solito provocatore, forte del fatto di non aver letto un libro di storia veneta, o di aver letto solo quelli sbagliati, che Venezia col Veneto attuale non c’entra, e non solo, i veneziani si comportarono come...

0

LA TERRAFERMA E LE BONIFICHE DI ALVISE CORNER

Venezia, costretta anche dallo stato di conflitto permanente col Turco, si rivolse alla Terraferma che divenne con la sua campagna, il teatro dell’economia dello stato dall’ultimo quarto del Cinquecento. Tale tendenza è stata giudicata negativamente come “fuga dal mare” ma...