Difesa

0

ORZINUOVI, LA PALMANOVA BRESCIANA DISTRUTTA DALL’AUSTRIA

Nonostante il silenzio delle armi, nei cinquantacinque anni che intercorsero tra la pace di Lodi e la battaglia di Agnadello, i due principali borghi fortificati nei pressi dell’Oglio furono al centro di progetti innovativi. Infatti, in pochi anni fu costruita dai...

0

GALEAS PAR MONTES, L’INCREDIBILE IMPRESA IN UN LIBRO

Un esaustivo articolo scritto per la presentazione di un libro dedicato alla leggendaria impresa riprende la vicenda.  Vi metto sotto il testo e consiglierei di procurarvi il volume (che costa solo 10 euro). Titolo: Navi sui monti Autrice: Rosaria Tenore Nicoletti...

0

L’ARSENALE E LA GLORIA DI VENEZIA

“Tremila ottocento maestranze, ottanta cantieri aperti in contemporanea…”Pensa  a qualsiasi mestiere, l’arsenale lo contiene”. Diamo di nuovo la parola a Paolo Rumiz, grande giornalista innamorato di Venezia. Il sole picchia, il vento gira a maestrale, gonfia le vele verso l’Istria, l’ombra...

1

GLI ALPINI DELLA SERENISSIMA REPUBBLICA

LA MILIZIA DEI SETTE COMUNI (ASIAGO) Dino Raro ha proposto un suo articolo sugli alpini, sottolineando come fossero nati come corpo militare legato al territorio, e ha nominato giustamente le Cernide montane del Cadore e dei Sette Comuni.  E’ interessante leggere,...

0

LA VERA NASCITA DI VENEZIA, PIPINO FU INVOLONTARIO ARTEFICE

Poche cose mi intrigano come l’indagare sulla nascita di Venezia, che fu ben più tarda della data mitologica tramandata (25 marzo 421). Tutto accadde su pressione di Pipino figlio di Carlo Magno, che si era intestardito, quale figlio di imperatore consacrato...

2

I BERETTA E VAL TROMPIA, CRESCIUTI SOTTO LE ALI DI SAN MARCO

Il primo documento risale al 1598. Nel 1526 si ha la conferma della ricevuta di pagamento, al maestro da canne  Bartolomeo Beretta dell’ordine, per una fornitura di canne di archibugio alla Repubblica di Venezia. La ricevuta di pagamento in questione è...

0

“EL PENELO” IL SEGNAVENTO DEL BRAGOZZO

AVEVO voglia di tornare con la mente (e l’anima) all’amata “Ciosa” Chioggia della mia infanzia. che in quegli anni lontani era ancora piena di “bragozzi”, le barche a due alberi che scaricavano il pescato di prima mattina. Come non ricordarli con...

0

LA CASSA “PEOTA”, LE ORIGINI ANTICHE. I “BONAVOGLIA”.

  Un nostro collaboratore Gianni Chinellato parlava tempo fa dell’origine della “cassa peota” (ben conosciuta dai veneti in genere) restringendola alla città e capitale nostra, Venezia. In realtà era una tradizione ben radicata anche nell’entroterra, collegata però al traffico mercantile veneziano....

0

L’IMPERMEABILE PER LA TRUPPA, COPIATO DAI “CIOSOTI”

Il frutto di una mia piccola ricerca, che mi ha permesso di collegare il cappotto da lavoro (si chiamava “gabàn, così dicevano i nostri nonni) dei pescatori di Chioggia all’impermeabile “ante litteram” indossato dai soldati veneti per coprirsi dalle intemperie. Era...

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com