Lo Stato

0

VENEZIA IMPORTA IL BACO DA SETA E RILANCIA IL TESSILE NEL TRIVENETO

HO LETTO tempo fa, dei dubbi di un amico storico sul fatto che sia rimasto qualcosa dei Veneti antichi, nella cultura e nel modo di pensare  dei Veneti attuali. Secondo me è rimasto moltissimo, riuscendo a resistere alla romanizzazione e...

0

LA PROSTITUTA, NECESSARIA AL BUON VIVERE, COME AMMETTE ANCHE S. AGOSTINO

Anche nel trattare e regolamentare la prostituzione ( una delle attrattive di Venezia), la Repubblica  mostra un realismo e un senso pratico che è indubbiamente ammirabile e sarebbe da imitare anche oggi, se non fossimo soffocati dai dogmi delle ideologie...

0

I FONTEGHI E I “FORESTI”. TUTTO FUORI CHE POLITICHE “ARCOBALENO”

Qualche storico continua descrivere Venezia come un esempio di quanto fosse all’avanguardia e aperta alle altre culture, confondendo un po’ troppo le politiche “accoglione” di parte  di certa  area politica di oggi, con la realtà della Repubblica veneta, ben salda...

0

PEGGIO DEL 2020? IL 1348:TRA TERREMOTO, MAREMOTO E… PESTILENZA.

Non sappiamo se il 1348 fosse bisestile come l’anno corrente, ma il carico di disgrazie che portò con se lo farebbe pensare. Incominciò con un violento terremoto con epicentro Villaco (Villach), che causò a Venezia e  in terraferma il crollo...

0

I MAGISTRATI AI BENI “INCULTI” SEGNARONO ANCHE LA FINE DI VENEZIA?

LA MAGISTRATURA che dal 1556 ebbe il compito di seguire le bonifiche dei terreni paludosi dell’entroterra, su impulso del grande Alvise Cornaro, e rese grandemente produttive ampie zone incolte, ebbe in qualche modo responsabilità sulla scelta di Venezia di abbandonare...

0

TEMPI DURI! VENEZIA METTE ALL’ASTA LE CARICHE PER FINANZIARE L’ALVIANO

Tempi durissimi quelli intorno al 1515. Guerra totale per recuperare il bergamasco e il resto della Lombardia ex veneta ma Venezia per recuperare “schei” mette all’asta le cariche suscitando lo scandalo di qualcuno… Il 24 agosto 1515 in Maggior Consiglio...

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com