Architettura

0

SULLE TRACCE DI ALESSANDRO NELLA BASILICA MARCIANA

Il leone-grifo della piazzetta san Marco pare ornasse il monumento funerario del grande Alessandro Magno, eretto in memoria dei caduti della battaglia contro Dario III nel 333 a. C. Sulla facciata nord della basilica, nata come cappella del Doge, è...

0

I DUE GRANDI PRONTI A FIRMARSI “VENETO” O “VENEZIANO”

Parlo di due grandi artisti, uno era Giovanbattista Piranesi (1720-1778) che si firmava “architectus venetus” o “venetus architectus“. Come del resto fa Canova di Possagno (Tv) che si firma Canova di Venezia per un desiderio di appartenenza, che nel 21° secolo...

0

NEL 1737, A UN TAVOLINO DEL CAFFE’ FLORIAN…

POTEVA accadere quello che non sarebbe successo in nessuna città d’Europa.  Potevano trovarsi, fisicamente, i rappresentanti più eccelsi delle arti più diverse, tutti veneziani.  Dai pittori G. Antonio Pellegrini (62 anni), a Rosalba Carriera (62), Giovan Battista Piazzetta (54), Giovan...

0

LO STEMMA DEL REGNO LOMBARDO VENETO RICOMPARSO A BERGAMO

Me lo segnala un amico bergamasco, in seguito al mio articolo che spiegava, solo parzialmente, lo stemma che rappresentò il  regno “padano” per volontà austriaca, dopo l’acquisizione dei territori veneti col trattato di Leoben. Lo stemma lo potete ammirare se...

0

LA CAVALLERIA SFILA IN PRATO DELLA VALLE

Prato della Valle e la cavalleria che lo inaugura. Il suo aspetto attuale fu voluto dal provveditore Andrea Memmo nel 1775, che progettò la creazione di un’isola centrale circondata da un canale artificiale di forma ellittica contornato da un doppio...

0

A PADOVA LA SEDIA DEL VESCOVO SOVRASTAVA QUELLA DEI RETTORI. IL DUOMO.

    … E non solo, annota puntigliosamente nel 1634 il Rettore veneto di Padova, Alvise Priuli, nella sua puntigliosa relazione. Eccovi le parole esatte, che certamente avranno portato a  delle modifiche “strategiche” onde riaffermare anche in quella importante città,...

0

LE PROCURATIE DI PIAZZA SAN MARCO E LO SCEMPIO DEI FRANCESI

Le Procuratie Vecchie Le Procuratie Vecchie si estendono per 152 metri, dalla Torre dell’Orologio verso l’Ala Napoleonica, con un portico di 50 arcate, cui corrispondono le 100 finestre dei due piani superiori. Sebbene esse siano chiuse a tutto sesto, la leggerezza delle aperture...

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com