I moti del 1848-49

0

FU PROPRIO UN ’48! ANCHE A ENEGO.

L’amica Mara Rossi ha raccolto da un libro di storia locale questa bella testimonianza sugli abitanti di Enego che si battevano con Daniele Manin per la rinascita di una Repubblica veneta, “libera e federata”. Il 1866 fu il tradimento di...

PER CAPIRCI MEGLIO: I PADRINI DEL “RISORGIMENTO” tra massoni e mondo protestante. 0

PER CAPIRCI MEGLIO: I PADRINI DEL “RISORGIMENTO” tra massoni e mondo protestante.

di Fabio Calzavara La rivoluzione francese del 1789 fu un avvenimento violento e sanguinario senza precedenti, venne  causata, oltre che dalle dissipazioni del Re Luigi XVI, della sua Corte e della burocrazia statale, dall’enorme debito per le ingenti spese di...

SI PARLA DI… DONNE. LE VIVANDIERE DELLA REPUBBLICA VENETA DEL 1848 1

SI PARLA DI… DONNE. LE VIVANDIERE DELLA REPUBBLICA VENETA DEL 1848

Mi scrisse cose interessanti Diana Nardacchione, storica esperta delle vivandiere dalle origini, e concorda con me sulla probabilissima non esistenza di tale figura nella Repubblica di San Marco, però aggiunge che nel 1848 diverse donne chiesero di svolgere tale ruolo nella...

0

DUE FILASTROCCHE ANTI PIEMONTESI NATE PRIMA DELL’ANNESSIONE DEL VENETO.

Che il popolo veneto fosse sostanzialmente ostile ai nuovi padroni “taliani” è un fatto negato dalla storiografia unitaria. Ma noi che amiamo scrivere stupidate, come ha più volte sottolineato la pagina facebook “le cazzate degli indipendentisti”, mettiamo intanto due filastrocche...

L’unità d’Italia e i barbari calati a Parma. 0

L’unità d’Italia e i barbari calati a Parma.

di Angela Pellicciari A Parma, il dittatore dell’Emilia Carlo Farini depreda Palazzo d’Este e fa linciare un ufficiale. Sulla scia della guerra contro l’Austria i Savoia annettono, uno dopo l’altro – grazie a congiure preparate da tempo -, tutti gli...

“Si tratta di affratellare i popoli d’Italia e non di sopprimerli”. Carlo Cattaneo aveva previsto il disastro. 0

“Si tratta di affratellare i popoli d’Italia e non di sopprimerli”. Carlo Cattaneo aveva previsto il disastro.

“Garibaldi, Mazzini, non capite nulla!” Cattaneo vede i problemi del nascente stato, e vuole prevenirli. Per questo il 15 settembre 1860 si reca a Napoli a parlare con Garibaldi, per portare al cospetto del generale che sta colonizzando il sud,...

WP2FB Auto Publish Powered By : XYZScripts.com