emigrazione veneta

0

I GRANDI VENETI: WOLLEMBORG E LE CASSE RURALI

Antonella Todesco L’annessione del Veneto all’Italia aveva notevolmente appesantito la situazione del territorio per le nuove imposizioni che Roma aveva portato e che, man mano, assumevano il nome di tasse sul macinato, sul sale, sulla ricchezza mobile, sui fittavoli e cosí...

1

1917: I PROFUGHI VENETI SI SCONTRANO COL MONDO FEUDALE SICILIANO

Di Alvise Zorzi, da San Marco per sempre ed. Oscar Mondadori. Un contingente di sfollati di Possagno viene spedito, tra mille tribolazioni e intoppi, fino a Marsala, nella lontana e sconosciuta Sicilia. Due mondi totalmente estranei l’uno all’altro. Usi e costumi:...

UN GENIO NATO SOTTO LA SERENISSIMA 0

UN GENIO NATO SOTTO LA SERENISSIMA

A principio del XVI secolo abbiamo la maggiore estensione di Terraferma della Serenissima: anche Cremona era parte della Repubblica.

GLI ESULI VENETO ISTRIANI, UN ARTICOLO DI RUMIZ CHE “STRENZE EL CORE” 0

GLI ESULI VENETO ISTRIANI, UN ARTICOLO DI RUMIZ CHE “STRENZE EL CORE”

In Istria c’è un vecchio paesino fantasma. Era abitato da italiani ma dal 1954 non c’è anima viva. I muri delle case sono “perfettamente” sbrecciati. Paolo Rumiz ci arriva da Trieste in compagnia di un vecchio esule che ha impiegato quasi...

IL VENETO DEFINITO DA ROMA “IL BUBBONE D’ITALIA” NEGLI ANNI ’20. 0

IL VENETO DEFINITO DA ROMA “IL BUBBONE D’ITALIA” NEGLI ANNI ’20.

L’ITALIA, UNA PATRIA MATRIGNA. Le enormi devastazioni subite dalle terre venete a causa della prima guerra mondiale, furono la causa prima del collasso economico della prima metà del 900, della fame e disperazione nelle campagne, che i nostri nonni (per chi...

“Fatta l’Italia, bisogna fare gli italiani”, si ma a quale prezzo lo stiamo vedendo anche ora. 0

“Fatta l’Italia, bisogna fare gli italiani”, si ma a quale prezzo lo stiamo vedendo anche ora.

“Fatta l’Italia, bisogna fare gli italiani”  la frase viene attribuita  a Massimo D’Azeglio. Forse il Marchese Massimo d’Azeglio avrebbe fatto meglio a dare ascolto a suo fratello, meno noto nonostante fosse un filosofo di primo ordine. Si chiamava Prospero Taparelli D’Azeglio....

EL GIORNO DE LA MEMORIA … PAR RICORDAR NE LA MANIERA GIUSTA, NA POESIA SCRITA COL CORE. 0

EL GIORNO DE LA MEMORIA … PAR RICORDAR NE LA MANIERA GIUSTA, NA POESIA SCRITA COL CORE.

di Ester Sardoz Barlessi GENTE ISTRIANA Mi go i oci velai e un gropo dentro ogni volta che penso a la mia gente de sempre sparpaiada per el mondo per un giogo del destin, la mia gente inocente, col cuor de...

La migrazion dei Veneti in Brasil, contà da un de lori 0

La migrazion dei Veneti in Brasil, contà da un de lori

Alberto Carnieto Jr. La grande immigrazione veneta al Brasile è avvenuta tra il 1870 e 1920, ma anche dopo hanno continuato arrivano più immigrati di tutta la regione del Veneto. Localizzati, nella maggior parte nella regione sud del Brasile, e alcuni...

VENETI E FRIULANI IN ROMANIA UN’ EMIGRAZIONE DIMENTICATA 2

VENETI E FRIULANI IN ROMANIA UN’ EMIGRAZIONE DIMENTICATA

Risponde Sergio Romano Tempo fa mi recai in Romania come turista. A Tulcea mi imbarcai su un naviglio che faceva navigazione sul delta del Danubio. Sentendomi parlare con mia moglie in italiano, si avvicinò un signore che era trasmigrato dal Friuli...

IL TRENO DELLA VERGOGNA: GLI ISTROVENETI PRESI A SASSI E SPUTI DAI “COMPAGNI” ITALIANI. 1

IL TRENO DELLA VERGOGNA: GLI ISTROVENETI PRESI A SASSI E SPUTI DAI “COMPAGNI” ITALIANI.

Guido Marchesin Una pagina oscurata che , come tante altre ,come troppe altre , non viene raccontata nei libri di storia : il treno della vergogna. La domenica del 16 febbraio 1947 da Pola partirono per mare diversi convogli di esuli...

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com