UN FERRARESE A PADOVA

zoppoUn artista nato in Provincia di Ferrara, nel XV secolo, però fu attivo a Padova è Marco Ruggeri…

Si conserva un documento del 1452 dove si cita a Marco Ruggeri detto lo Zoppo dove questo giovane artista sta dorando in quel momento una statua della Madonna col Bambino.

zoppo4L’anno sucessivo già è a Padova nella Bottega di Squarcione, del quale presto diventa figlio adottivo.

Alcune opere sue, del periodo padovano, si nota che era influenzato dal Donatello e dal Mantegna prova di questo è, per esempio la Madonna Wimborne (oggi al Louvre) ed il foglio Colville (British Museum).

????????????????????????????????????

Nel 1455 è a Venezia e rompe definitivamente con Squarcione: più tardi è probabile che ritornasse a Bologna.

Le caratteristiche del primo stile dello Zoppo è quello tipico degli altri squarcioneschi; contorni aspri e spezzati, come se si trattasse di sculture, tratti marcati e decisi, colori intensi che assomigliano a smalti e pietre, la prospettiva è molto di più intuitiva che propriamente scientifica.

zoppo3A differenza del Mantegna, Zoppo è maggiormente fantastico nelle sue composizioni, con l’uso di molti elementi decorativi, come ghirlande di fiori e frutta.

zoppo5Subisce una nuova influenza con il grande Bellini (che non dimentichiamo che anche quest’ultimo lavora a Padova) ed Antonello da Messina, quando introduce nelle sue opere un uso più sapiente del colore e della luce.zoppo6

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.