UN SETTE AGOSTO LA FINE DI UN TIRANNO CHE HA SCONVOLTO IL MONDO.

Pino Santarsiere 

10301432_10203728637968728_7947840092849042726_nOggi 7 agosto di tanti anni fa. il 15 luglio 1815 Napoleone si arrese agli inglesi e il 7 agosto salì a bordo della nave HMS Bellerofont. Condizione della consegna era la deportazione in Inghilterra o negli Stati Uniti, ove intendeva vivere soggetto al diritto comune e con lo status di privato cittadino.
Il capitano Maitland, in rappresentanza del principe reggente, venne meno alla parola data, e Napoleone venne tratto in arresto imbarcato sulla nave di linea il Northumberland (HMS Northumberland was a 74-gun third rate ship of the line of the Royal Navy, built at the yards of Barnard) e condotto a Sant’Elena, piccola isola nel mezzo dell’Oceano Atlantico.

Il 16 ottobre 1815 la nave da battaglia inglese HMS Northumberland giunse a Sant’Elena, un’isola nell’Oceano Atlantico, col prezioso carico. Ove, con un piccolo seguito di fedelissimi,fu trasferito nel villaggio interno di Longwood, ove rimase fino al decesso.
Napoleone dettò le sue memorie ed espresse il suo disprezzo per gli inglesi, personificati nell’odiosa figura del “carceriere” di Napoleone sir Hudson Lowe (che dal trattamento duro riservato a Napoleone non trasse alcun vantaggio per la sua carriera, anzi fu accusato di essere stato troppo severo nei confronti dell’imperatore francese). Sulla base dei suoi ricordi, espressi in lunghe conversazioni quasi quotidiane, il conte de Las Cases scrisse Il Memoriale di Sant’Elena e nella seconda metà dell’aprile 1821 redasse egli stesso le sue ultime volontà, e molte note a margine (per un totale di 40 pagine).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *