GLI ULTIMI FOJAROI IN VAL DI SEREN

Li trovate qua da noi, in val di Seren, a nord del Grappa: sia in valle (uno è a fianco di un agriturismo chiamato “L’albero degli alberi”,  a metà strada), Un altro è a due passi da Pian della Chiesa. Altri possono esser un buon motivo per una passeggiata di un paio d’ore, partendo dalla località Fornace (da Nardo). Ecco quanto ho trovato per spiegarvene la funzione  e le caratteristiche.

I fojaroi non sono altro che dei tipici casolari il cui tetto presenta dei ripidi spioventi, ricoperto di rami con foglie di faggio. Queste antiche costruzioni svolgevano diverse funzioni allo stesso tempo: fienile, stalla e abitazione temporanea per l’uomo. Si trovavano dai 700 ai 1200 metri di altitudine ed erano utilizzati nel periodo da aprile a novembre. La particolarità di queste strutture era il tetto, realizzato con rami di faggio raccolti con la luna calante di agosto, in un momento vegetativo particolare che vede le foglie subire una trasformazione che le rende impermeabili e molto resistenti alle intemperie. Questa tecnica semplice, ma geniale allo stesso tempo, permetteva di realizzare una copertura traspirante e impermeabilizzante che poteva durare diversi decenni. Possiamo definire queste costruzioni autentici capolavori di ingegneria e bio sostenibilità, perfettamente integrati e funzionali. Attualmente ne sono stati restaurati alcuni e si possono ammirare percorrendo un itinerario che parte da Seren del Grappa sul versante nord del massiccio, imboccando la valle del torrente Stizzon. Per chi si trova nella zona si tratta di costruzioni che rappresentano un ricordo, un insegnamento, una lezione di vita passata da non dimenticare.

wwww.hellobassano.com

Ma no basta mia.. vardé cossa ve go trovà 🙂

Descrizione

La Speloncia  del M. Grappa restaurata dal Comune di Seren, antico manufatto dove venivano conservati gli alimenti, è gestita dal Casaro Denis per la stagionatura e l’affinamento dei formaggi tipici del monte Grappa. Il “Morlacco” presidio di Slowfood come uno dei cento formaggi italiani da salvare e la cui storia si perde nel tempo ed il “bastardo”, formaggi che vengono prodotti in località Vallonera sul Grappa in una antica casera comprendente la Stalla, il Cason da Fogo, il Casarin, ed un Fojarol che alloggia il Casaro. Nelle vicinanze della Speloncia, facilmente raggiungibile dalla frazione di Caupo, continuando fino in località Forcelletto per poi seguire le indicazioni “Speloncia”, è attivo il Centro Didattico delle Valpore. Nella adiacenze due ristoranti tipici con alloggio. Splendido e frequentato l’anello naturalistico del Monte Grappa che ci porta nel teatro della Grande Guerra. La sede e il laboratorio sono a Fonzaso.

Telefono
0439 56080
Email
info@formaggiodispeloncia.com
Altitudine
1460
Periodo di apertura
Da giugno a ottobre
Orario di apertura
Sempre aperto
Questo blog è nato per la diffusione della storia veneta. Non vi tedio con pubblicità ma…. Per chi volesse sostenerci come sponsor bonifico (quel che potete) su Unicredit BOZZOLAN MILLO IT36U0200832974001134429261,oppure paypal millo bozzolan millo48_bm@libero.it millo bozzolan postepay 4023600945532069 COD FISC BZZMLL48D19G224N.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: