LA SPECOLA BELLISSIMA E LA BUFALA SU GALILEO

foto i Tony Salvador

 

UNO DEI POSTI PIU’ ROMANTICI della mia PADOVA. Magari il centro storico e dintorni giratelo in bici.. Era il castello (el casteo) della cittadina, dove i burci provenienti da Venezia scaricavano i nuovi “sciavoni” oltremarini, che poi andavano a coprire i presidi dell’Entroterra. Alloggiavano lì, e la casermetta divenne poi con l’Austria, una prigione. Ricordo ancora ilpiccolo cortile, con la pavimentazione fatta con i ciotoli rotondi tipica fino a pochi decenni fa, di tutto il centro storico.
Vi è una diffusa convinzione che l’osservatorio astronomico abbia ospitato Galilei e il suo cannocchiale (esibito con orgoglio dallo scienziato a Venezia, sul campanile, al Doge e ai suoi Consiglieri) siano stati ospiti qui. Nonostante questa profonda e diffusa convinzione, l’Osservatorio Astronomico di Padova, sito all’interno della Specola, non fu in realtà mai frequentato dal famoso scienziato, perché la sua istituzione e, quindi, la sua edificazione sulla preesistente torre maggiore del Castelvecchio della città, non fu messa in atto se non nell’ultimo trentennio del XVIII secolo, cioè circa 150 anni dopo che Galileo lasciò Padova per trasferirsi a Firenze, alla corte dei Medici.

Questo blog è nato per la diffusione della storia veneta. Per chi volesse sostenerci come sponsor bonifico su Unicredit BOZZOLAN MILLO IT36U0200832974001134429261,oppure paypal millo bozzolan millo48_bm@libero.it millo bozzolan postepay 4023600945532069 COD FISC BZZMLL48D19G224N Grazie!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: