IL VENEZIANO DEGLI INIZI DEL 1300 (documento del 1312)

Una risposta

  1. Filippo Turturici ha detto:

    Non vorrei dire una stupidaggine, ma mi sembra una forma linguistica sì veneta-arcaica come dice l’autore dell’articolo, ma anche molto somigliante al catalano ed all’occitano, che infatti dovrebbero essere nello stesso gruppo di lingue neo-latine. E che sia parte piena della koinè lombardo-veneta, poi divisasi nei secoli (chiaro indice di sviluppo linguistico autonomo, alla faccia di chi lo nega al di fuori dell’italiano-toscano!) nelle lingue veneta e gallo-italica coi loro molti dialetti.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: