L’UNIVERSITA’ E LA DOMINANTE

Simonetta Dondi dall'Orologio

università6L’Università di Padova come tutti sanno nasce all’epoca dei Carraresi….

università1Il sistema prevedeva che lo stipendio dei professori fosse pagato attraverso collette tra gli studenti, questo dava anche la potestà a quest’ultimi di approvare gli statuti e l’elezione del rettore come la scelta dei professori.

Quindi il corpo docenti era manipulato dagli studenti che logicamente al momento delle elezioni doveva  creare disordini e problemi.

università3Sotto la Dominante, al principio si segue lo stesso criterio, con la differenza che la Serenissima finanzia ai docenti famosi, che provengono da ogni parte d’Europa, però i disordini tra gli studenti non hanno fine.

Il 1560 marca il traguardo di questo sistema: il Senato veneziano decide di privarli totalmente della possibilità di scegliere i professori, in questo modo i docenti non dovevano mai più dipendere da loro e si scioglieva così anche il vincolo finanziario.

università4Il periodo veneziano si distingue anche per la ristrutturazione dei palazzi che vengono ampliati: le scuole accademiche erano sparse per diverse contrade della città e la Serenissima li concentra in un unico blocco di edifici (Palazzo Bò è uno di questi che è nell’attualità sede dell’Università).

Nel 1629 viene costruita la prima Biblioteca Universitaria italiana con sede nella Sala dei Giganti.

università5Nel corso del XVIII secolo si introducono riforme sul piano della didattica con la creazione di nuove cattedre in campo giuridico (Diritto Pubblico), scientifico (Scienza Agraria) e nella medicina (cliniche medico chirurgiche, Ginecologia, Pediatria, Medicina del lavoro).

università2Aumenta l’attenzione verso il metodo scientifico sperimentale, ad esempio, viene eretta la Specola astronomica e viene preso in affitto un terreno per gli esperimenti in agraria, come attivati molti laboratori.

Possiamo affermare che durante il periodo della Serenissima abbiamo a Padova la più avanzata Università, chissà, d’Europa….nell’ultimo ranking americano la nostra non entra nemmeno nelle prime 100 del mondo!!!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: