IL FORNARETO E LA MEMORIA DELLA SERENISSIMA

5 Risposte

  1. Zo ha detto:

    “la bocca che raccoglieva denunce anonime, vagliata da tre magistrati che en controllavano la sussistenza reale.”
    Non guardavano mai le denunce non firmate!

    • Millo Bozzolan ha detto:

      Cara amica, mi mette nella penna cose che no ho scritto, mi pare… ho precisato solo che le denunce venivano vagliate da tre magistrati, l’anonimo riguardava il fatto che non serviva presentarsi davanti al magistrato di persona.

  2. Zo ha detto:

    Caro amico, “anonimo” significa senza nome.
    Grazie comunque.

    • Millo Bozzolan ha detto:

      Anonimo certo. Nessuno ti chiedeva il nome e potevi postare la denuncia firmata. Non ho spiegato bene, me culpa. Citavo dal libro di Edoardo Rubini (Giustizia veneta. prima edizione) che specificava meglio di quello che ho fatto io, circa l’obbligo della firma.

  3. Zo ha detto:

    Ho capito, che era copiato, ma il senso è sbagliato, che non coincide con le regole, che esistevano.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: