Nicolò Tron, un esempio di moderno capitalismo veneto nel ‘700, a Schio e a Follina

Di Millo Bozzolan
 Egli scelse proprio Schio come sede della sua sperimentazione erigendo nel 1726 un opificio "al gusto inglese e d'Olanda ". La scelta di Schio fu favorita da un'antica tradizione artigianale, dalla disponibilità di manodopera e di fonti di energia.

Egli scelse proprio Schio come sede della sua sperimentazione erigendo nel 1726 un opificio “al gusto inglese e d’Olanda “. La scelta di Schio fu favorita da un’antica tradizione artigianale, dalla disponibilità di manodopera e di fonti di energia.

Nicolò Tron nacque a Padova nel 1685, e morì a Venezia nel 1772. Di antica e nobile famiglia veneziana ancora giovanissimo entrò nel Senato della Repubblica di Venezia e nel 1715 fu inviato come ambasciatore presso la corte britannica.

Decisivo fu il soggiorno in una nazione di avanzato sviluppo economico, soprattutto nel settore industriale. Qui potè visitare le industrie più aggiornate tanto che maturò in lui la convinzione della necessità di rimodernare, sul modello inglese, i metodi produttivi per la fabbricazione dei panni lana nello Stato veneto.

Egli scelse proprio Schio come sede della sua sperimentazione erigendo nel 1726 un opificio “al gusto inglese e d’Olanda “. La scelta di Schio fu favorita da un’antica tradizione artigianale, Continua a leggere