BISANZIO NEL PARLAR VENETO

5 Risposte

  1. Laura ha detto:

    Dimenticato piron, forchetta. Che si vuole introdotta da una principessa bizantina e carega, adattamento di cathedra che poi i greci riassorbono come carecla…

  2. Io sapevo che “la pittima:è un uccello di Ripa che fa un verso fastidiosa

    • millo48bm ha detto:

      è anche.. nel parlar vento, assume il significato che ho spiegato nella nota. “ti xe na pitima–te si na pitima” sei noioso, dai fastidio. se rivolto a una persona si ricorda appunto quello che era diventato un mestiere vero e proprio, a Venezia.

  3. GIANFRANCO ROSSETTO ha detto:

    Interessante !!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: